Franca Cavalloni

Franca Cavalloni

Nome: Franca Cavalloni

Vengo da: Roma

Sono nata nel: 1940

Sesso: F

Segni distintivi: Acalasica

 

La mia storia ha inizio nel lontano anno 2000. I primi disturbi cominciano cosi: dopo un pranzo inizia un senso di soffocamento, bevo un po’ d’acqua ma il soffocamento continua, tuttavia quasi subito riesco a vomitare.

Un altro disturbo che si manifesta abbastanza spesso è il dolore fortissimo che mi prende dall’esofago, in mezzo al petto, da sembrare un infarto, e di tanto in tanto si ripresenta.

Nel frattempo faccio una gastroscopia, dove risulta l’Helicobacter Pylori, e la valvola del cardias è un po’ afflosciata.

I disturbi nel corso degli anni non sono continui, fino al 2007, quando spesso mi capita di vomitare. Come al solito la diagnosi è: “Sistema nervoso, un po’ di gastrite…”.

Da questo momento in poi comincio a vomitare solo acqua.

Il medico di mia sorella, uno pneumologo, intuisce che sono affetta da Acalasia esofagea.

Questo medico mi presenta a un suo amico chirurgo, specialista in Acalasia esofagea.

Dopo aver eseguito alcuni esami, ovvero: MANOMETRIA, RAGGI CON BARIO e LO STUDIO DELLA DEGLUTIZIONE con bario, il risultato è ACALASIA ESOFAGEA VIGOROSA.

Il 27 luglio 2010 è giorno in cui mi operano in laparoscopia. Dopo l’operazione mi sento discretamente bene, sempre con qualche disturbo di tanto in tanto.

Certamente ci sono cibi che scorrono nel mio esofago facilmente, altri purtroppo rimangono bloccati e ci mettono un po’ ad andare giù. Per fortuna questo non capita spesso. Comunque, noi affetti d’Acalasia dobbiamo conviverci.

Sono sincera, non mi piace lamentarmi, perché sono la più vecchia in mezzo a tanta bella gioventù, alla quale sono affezionata e mi dispiace moltissimo che tanti giovani ne soffrano.

Ai miei ragazzi dedico spesso un pensiero affettuoso, che ribadisco: fatevi forza e coraggio, con la speranza che con il tempo trovino veramente il medicinale giusto per togliere tante sofferenze.

In bocca al lupo a tutti i miei ragazzi.